Uso i cookies per far funzionare Google Analytics e per migliorare le funzionalità dell'ecommerce. Se chiudi questo banner o continui a navigare do per scontato che per te sia ok.

FAQ

Ma li fai proprio tu?

Si. E no. Mi spiego: per anni me li sono preparati da sola, in cucina, usando gli utensili che abbiamo più o meno tutti in casa, come il frullatore ad immersione. Però questo tipo di produzione artigianale non è compatibile con la legislazione del settore: infatti tutti i prodotti cosmetici - per tutelare il consumatore - devono essere realizzati e confezionati all’interno di laboratori sterili, con tecnici specializzati che sappiano maneggiare le materie prime. Non importa che la crema sia a base di olio extravergine d’oliva o di sostanze chimiche potenzialmente dannose, come la formaldeide: il processo produttivo deve rispondere a standard precisi. Quindi io sono sempre in cucina a sperimentare nuove formule, che testo sulla mia pelle e su quella di amici volontari - ed entusiasti, devo dire! Quando sono soddisfatta del prodotto passo la formula al mio laboratorio di fiducia, che provvede a confezionarla per me.

Come si fa una crema?

Una crema è un’emulsione, ovvero un “sistema costituito da un liquido disperso in un altro liquido o da un solido disperso in un mezzo gelatinoso” (Treccani). Una crema cosmetica in genere è un’emulsione di olio in acqua. Ora, sappiamo che acqua ed olio non vanno d’accordo e tendono a separarsi, pertanto abbiamo bisogno di un emulsionante, cioè una sostanza che li costringa ad unirsi, mescolarsi e rimanere insieme. Di emulsionanti ce ne sono una marea, dalla lecitina di soia che trovi al supermercato all’emulsionante chimico che usano le grandi case cosmetiche. In mezzo, ce ne sono anche alcuni di origine vegetale e sono quelli che uso io. L’emulsionante quindi convince acqua ed olio a stare insieme, tipo terapia di coppia, ma dire “acqua” e dire “olio” è un po’ troppo generico. La fase acquosa infatti non è solo acqua, ma può anche essere un infuso – ad esempio per mia mamma che ha la pelle sensibile ne ho realizzata una a base di erbe calmanti e lenitive come la camomilla – e in genere contiene anche altri ingredienti, come il glicerolo vegetale e gli addensanti. Alla fine, la fase acquosa è più un gel che un liquido. La fase oleosa, o grassa, della crema è composta da tutti gli oli ed i burri scelti, e visto che la preparo per me scelgo oli pregiati, come quello di Argan, e burri nobili come quello di Karité o quello di Cacao. Le due fasi, una volta scaldate e frullate, formano la crema alla quale, in un secondo momento, aggiungerò le sostanze attive che rischiano di deteriorarsi col calore e che caratterizzano il prodotto: sostanze idratanti, antiage, elasticizzanti…

Che ingredienti usi?

Per i prodotti DoubleB ho scelto di utilizzare solo ingredienti di origine naturale e di prima qualità, se possibile provenienti dall’agricoltura biologica, come l’olio di Argan puro o il burro di Karité. Anche le sostanze funzionali, come ad esempio i tensioattivi, vengono scelti solo di origine naturale e mi assicuro che siano biodegradabili al 100%. Cosa NON ci metto: tutti quegli ingredienti chimici inutili e dannosi.
  • NON uso paraffina e altri petrolati
  • NON uso siliconi
  • NON uso tensioattivi aggressivi
  • NON uso ingredienti che rilasciano formaldeide
  • NON uso parabeni
In ogni caso, il mio mantra è: Fidati solo dell’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), impara a leggerlo e a riconoscere gli ingredienti dannosi per la pelle!

Che cos'è l'INCI?

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è l’elenco degli ingredienti che compongono il cosmetico e deve essere apposto su ogni confezione. Gli ingredienti vengono elencati in base alla quantità presente: dal maggiore al minore e possono essere scritti in latino - in genere sono quei termini riferiti ai nomi botanici e ad ingredienti presenti nella farmacopea - e in inglese.

I tuoi cosmetici sono sicuri?

Certo che si! Vengono realizzati da un laboratorio chimico cosmetico autorizzato e testati prima dell'immissione sul mercato. Un cosmetico è sicuro quando risponde ai requisiti di legge, ovvero:
  1. E' stato prodotto e confezionato in un laboratorio certificato
  2. Sono state utilizzate solo materie prime autorizzate
  3. E' stato testato ed ha superato i test previsti dalla legge (NON sugli animali! Sono vietati dal 2009!)
  4. La sua formula è stata registrata sul CPNP (Cosmetic Products Notification Portal) dell'Unione Europea - per i cosmetici prodotti e/o venduti in Europa
Ora, TUTTI i cosmetici in commercio sono sicuri secondo le linee guida elencate qui sopra, perché altrimenti - semplicemente - non potrebbero essere in commercio. E' vero che io sono un'autodidatta, ma c'è sempre un Chimico specializzato che controlla le mie formule e - se necessario - le sistema!

Che differenza c’è tra cosmetico naturale, biologico e vegano?

Semplificando molto possiamo dire che:
  • I cosmetici naturali sono quelli che contengono solo ingredienti di origine naturale. Ora, “naturale” e “sicuro” sono due cose ben distinte: anche la cicuta è naturale, ma non ti consiglierei certo di berne una tazza!
  • I cosmetici biologici contengono ingredienti provenienti da agricoltura biologica.
  • I cosmetici vegani non contengono ingredienti di derivazione animale.
Tutti i prodotti Double B sono formulati seguendo le direttive internazionali per la cosmesi naturale, quindi contengono SOLO ingredienti 100% green e sono adatti ai consumatori vegani.

Perché i prodotti Double B non hanno una scatola?

Per quanto io adori il packaging, ho scelto di non usarlo per i miei cosmetici e di concentrare tutte le informazioni sulle etichette, per ridurre al minimo lo spreco di materie prime. Per lo stesso motivo ho scelto di utilizzare il più possibile materiali riciclabili - come il vetro e l’alluminio dei barattoli - e riciclati, come il PET dei flaconi.

Cosa devo fare per avere una bella pelle?

Partiamo da un presupposto fondamentale: i miracoli in boccetta non esistono. I cosmetici possono fare il 10-20% del lavoro, il resto dipende da tanti fattori: alcuni li puoi controllare, altri (tipo la genetica) no. Se mangi male, se non bevi abbastanza acqua, se fumi, se ti esponi al sole senza un’adeguata protezione…beh, non puoi certo pretendere di avere una bella pelle e potresti anche investire uno stipendio intero nell’ultimo ritrovato cosmetico a base di fegato-di-pesce-palla-vergine-della-Papuasia (ammesso che esista!) ma se non nutri la pelle dall’interno non avrai mai il risultato sperato! Detto questo, cosa fare per avere una bella pelle? Poche semplici regole:

1 Struccati SEMPRE. Non importa se sono le 5 del mattino, se hai ballato tutta la notte e non vedi l’ora di andare a dormire, devi pulire la pelle dal trucco e da tutte le impurità che possono occludere i pori. Non si scappa.

2 Bevi tanta acqua. La pelle va idratata da dentro, con almeno 2 litri di H2O al giorno. Poi con una buona crema la aiuti a mantenere la giusta idratazione, ma se non bevi è come pretendere di annaffiare un albero secolare usando solo lo spruzzino che serve a inumidire le foglie delle orchidee.

3 Mangia sano. Tanta frutta e verdura, tanto pesce, pochi grassi (soprattutto quelli animali).

4 Niente fumo e niente sole: fanno venire le rughe. L’ideale sarebbe usare un fattore di protezione SPF 50+ anche d’inverno, anche se piove. Eccessivo? Ne riparliamo tra 10 anni.

5 Sii costanti. Tutti i prodotti cosmetici funzionano nel lungo periodo, non credere all’effetto “miracolo immediato” perché in genere si traduce con “100% silicone”.

6 Investi su te stessa. Coco Chanel diceva: “La Natura ti dà la faccia che hai a 20 anni, è compito tuo meritarti quella che avrai a 50ʺ, quindi è il caso di pensare da subito (senza esagerare) a come vuoi che sia la tua pelle nei prossimi decenni.

Posso cancellare, modificare o restituire il mio ordine?

Si, hai tempo fino a quando non spedisco il tuo pacco. Scrivimi a info@tailoredbeauty.bio indicando il numero d’ordine nell’oggetto della mail.

Quali sono i tempi di spedizione?

Sono un'amante degli acquisti online e conosco bene quella sensazione di fastidio che provo tutte le volte che compro qualcosa e non mi si materializza accanto al computer 30 secondi dopo! Per questo cerco di spedire i prodotti che acquistate nel minor tempo possibile: il giorno dopo il perfezionamento del vostro acquisto, a volte anche il giorno stesso (vale se paghi con Paypal o carta di credito. Se scegli il bonifico il pacchetto parte non appena viene visualizzato sul conto corrente di Double B). Se, per qualche motivo, non riesco a spedire la merce entro le 48 ore successive all'acquisto, ti avviso...e cerco di farmi perdonare in qualche modo!