L’Oil Wash, come pulire a fondo la pelle con l’olio

Posted by tailoredbeauty on 16th Feb 2015

So che può sembrare assurdo: lavare la faccia con l’olio! Ma ti assicuro che è il rimedio di bellezza naturale più semplice ed efficace che conosca e funziona su ogni tipo di pelle. Lo so perché l’ho sperimentata non solo sulla mia pelle normale, ma anche su quella grassa e al tempo stesso sensibile del mio lui – che ho dovuto costringere, del resto io sono contro la sperimentazione sugli animali, mica sugli uomini!

Piccolo appunto sulla pelle grassa o tendente all’acneico: le cause possono essere molteplici, da uno squilibrio ormonale all’utilizzo di determinati farmaci. L’utilizzo di prodotti aggressivi, che promettono di liberarti da acne e impurità, spesso può fare più danno che altro: la pelle viene aggredita e completamente spogliata dalla sua naturale produzione di sebo e quindi è stimolata a produrne ancora di più, sempre di più, in un circolo vizioso senza fine. L’oil wash, al contrario, la pulisce in maniera delicata e senza alterarne il naturale equilibrio, perché il sebo che viene eliminato con questa tecnica viene anche sostituito dall’olio vegetale che hai scelto: la pelle quindi non si sentirà “priva di protezione” e non sarà portata a produrre altro sebo.

Come fa l’olio a pulire la pelle? In base al principio “il simile dissolve il simile”, l’olio massaggiato sul viso riesce a sciogliere in maniera efficace lo sporco che si accumula nei pori – residui di make-up, sebo naturalmente prodotto dalla pelle, sporco causato dall’esposizione all’aria inquinata della città – e lo sostituisce, proteggendo e nutrendo la pelle. Se fatto in maniera corretta e costante, l’Oil wash può essere un valido aiuto per la pelle secca, per quella grassa, per eliminare brufoli e punti neri. Il tutto, lasciandoti la pelle sana, equilibrata e ben idratata.

Ti ho incuriosita? Ottimo, allora ti spiego come procedere, passo dopo passo, per realizzare questa semplice tecnica di pulizia della pelle. L’idea di base è quella di usare uno o più oli naturali, mescolati in base al tuo tipo di pelle. Ma tranquilla, niente mix esotici: ti basteranno olio di ricino (lo trovi in farmacia) e olio d’oliva. In base al tipo di pelle che hai, mescola:

  • 30% di olio di ricino e 70% di olio d’oliva per la pelle grassa o mista
  • 20% di olio di ricino e 80% di olio d’oliva per la pelle normale
  • 10% di olio di ricino e 90% di olio d’oliva per la pelle secca

Leggi le percentuali ma non immaginarti quantità smodate: misura con un cucchiaino e vedrai che avrai una quantità più che sufficiente per l’Oil Wash. Inizia provando il mix per il tuo tipo di pelle, ma le quantità non sono fisse e inalterabili: puoi provare a modificarle fino a trovare il mix giusto per te, quello che ti piace di più sia a livello di consistenza che a livello di risultato finale.

Prendi anche un panno morbido e pulito: a me piace usare uno in microfibra perché trovo che pulisca bene la pelle, ma va bene anche la classica spugna.

A questo punto versa un dose generosa del mix di oli sul palmo della mano, strofinalo contro l’altro per riscaldarlo e applicalo su viso e collo – non dimentichiamo il collo! Massaggia lentamente e delicatamente, con movimenti circolari, insistendo di più sulle aree più problematiche.
Prenditi tutto il tempo necessario, pensa che l’olio sta penetrando nella pelle, ammorbidendo lo sporco dentro ai pori e rimuovendo ogni impurità: dedicati almeno 5-10 minuti di massaggio. Quando senti che la pelle è satura d’olio, prendi il panno e bagnalo con acqua molto calda, strizzalo e applicalo sul viso. Lascialo lì, dagli tempo di raffreddare: il suo calore aprirà i pori e farà penetrare ancora meglio l’olio. Una volta freddo, ripeti il processo: bagna di nuovo il panno con l’acqua calda, strizzalo, applicalo sul volto e aspetta che si raffreddi. A questo punto puoi – con delicatezza – passare il panno sul viso per rimuovere gli ultimi residui di olio, ma senza strofinare in maniera violenta – resisti all’impulso!
Al termine dovresti avere la pelle perfettamente pulita, soffice e morbida. Se per caso dovessi sentire che “tira”, prendi un paio di gocce dal mix di oli e massaggiale delicatamente sul viso.

L’Oil Wash tradizionale:
– andrebbe eseguito sulla pelle asciutta, ma se proprio non sopporti la sensazione di spalmare l’olio “a crudo”, puoi inumidire prima il viso con un pochino di acqua tiepida.
– andrebbe fatto di sera, prima di andare a dormire, in modo da avere davanti tutta la notte per permettere alla pelle di goderne i benefici.
– andrebbe fatto sulla pelle pulita. E’ vero che l’olio può rimuovere anche il make-up, ma perché fargli fare tutto il lavoro da solo? Struccati prima come fai abitualmente, in modo che poi l’olio si possa concentrare solo sullo sporco più ostinato.
– ti lascia la pelle liscia e morbida e non è necessario detergerla e/o applicare una crema idratante. Se però ne senti il bisogno, potrebbe essere la spia del fatto che non hai usato il mix giusto per te: tenta ancora e sarai più fortunata!
andrebbe eseguito regolarmente, ma non troppo spesso. Impara a capire quando la pelle te lo “chiede”: una volta a settimana? Di più? Di meno? Se lo fai troppo spesso potrebbe seccarti la pelle, troppo di rado potrebbe non darti tutti i benefici.
– può essere fatto sotto la doccia o, meglio ancora, nella vasca da bagno, per aggiungere una coccola extra al tuo momento relax.

Ovviamente sono curiosissima di sapere se hai provato questa tecnica e come ti siete trovata perciò scrivimi un commento con la tua esperienza!

L'articolo L’Oil Wash, come pulire a fondo la pelle con l’olio sembra essere il primo su Double B Tailored Beauty.